Manifestazioni
  • Home
  • Manifestazioni

Tutte le civiltà insulari hanno una forte tendenza a conservare le proprie tradizioni, lingua, costumi, musiche, danze, feste popolari e religiose sono caratteristiche di un mondo che continua a vivere pur all’interno di un sistema proiettato verso il futuro.

 

FEBBRAIO

Carnevale tradizionale: Mamuthones e issohadores, Mamoiada
Nel cuore della Barbagia maschere nere, scure, tragiche, pelli di pecora, grappoli di campanacci, passi cadenzati, uomini soggiogati, suoni da bolgia infernale.
E se vuoi un Carnevale che non ce n’è un altro sulla terra, visita Mamoiada, vedrai l’armento con maschere di legno, l’armento muto e prigioniero, i vecchi vinti, i giovani vincitori… Un carnevale triste… Gioia condita con un po’ di fiele e aceto, miele amaro. (Salvatore Cambosu)

Carnevale tradizionale di Oristano: sa Sartiglia, Oristano
Per le vie di Oristano l’enigma di volti impenetrabili, la furia dei cavalli, la destrezza dei cavalieri, la corsa alla stella sacra simbolo di fertilità. La Sartiglia è un gioco cavalleresco di abilità che consiste nell’infilare con la spada o con lo stocco una stella forata sospesa sul percorso. Un rito per propiziare buoni raccolti.

Carnevale tradizionale: sa Carrela ‘e nanti, Santulussurgiu
Spericolata corsa di cavalli con cavalieri mascherati per le strade del centro abitato.

Sartiglia_04Mamuthones_7 carrela01

APRILE

Riti della Settimana Santa, Castelsardo
Canti solenni a più voci, per le strade, di notte, i bianchi penitenti. Il Lunissanti a Castelsardo: un cristianesimo antico in una notte senza tempo.

Riti della Settimana Santa, Alghero
Il più profondo dei silenzi rotto solo da cori salmodianti: nella notte della città antica si commemora la morte di Cristo. Un rituale unico, triste e coinvolgente.

Riti della Settimana Santa, Cuglieri, Santulussurgiu, Scano Montiferro, Sarule
Iscravementu: cerimoniale che riproduce drammaticamente la crocifissione di Cristo, tramite simbolico innalzamento della croce.

castelsardo_04emi_5058_2scano-montiferroHewlett-Packard

MAGGIO

1 – 4, Sagra di Sant’Efisio, Cagliari
A Cagliari, la festa di tutta la Sardegna, da 345 anni. Centinaia di fedeli, i costumi tradizionali. Carri addobbati a festa, cavalieri, canti, suoni e colori.

cagliari___festa_sant_efisio_full

LUGLIO

6-7, Ardia, Sedilo
Una corsa rituale a cavallo. Decine di cavalieri, una folle corsa per il Santo: devozione, polvere, sole, cavalli focosi, competizione. Tutto questo è l’Ardia.

Fiera del Tappeto tradizionale, Mogoro
Espositori da tutti i principali centri dell’isola. Tutte le Scuole artigianali e tutti i modelli.

 

ardia-sedilo4fiera-2012

AGOSTO

14, I Candelieri, Nulvi
Il fascino della spettacolare sfilata (Sa Essida) dei tre candelieri nulvesi, simbolo laico delle Corporazioni dei Pastori e dei Contadini, rimane immutato dopo sette secoli di storia

14, La faradda di Li Candareri, i Candelieri di Sassari, per ferragosto a Sassari
è la festa grande dei sassaresi. Da 500 anni le grandi colonne, riccamente ornate, ballano per le vie di Sassari. Alla vigilia di Ferragosto i Gremi – ossia le associazioni dei lavoratori -compiono di corsa la discesa del Corso Vittorio Emanuele e del Corso Vico, tra due ali di folla, portando ciascuno un enorme candeliere in legno.

Ultima domenica di agosto, Il Redentore, Nuoro
uomini, donne e bambini nei variopinti costumi sfilano tra canti, balli e suoni di launeddas. In pellegrinaggio verso la grande statua del Monte Ortobene

 

candelieri nulvi candelieri sassari redentore nuoro

SETTEMBRE

S. Salvatore: La corsa degli scalzi, Cabras
da 500 anni la polvere colora di rosso il tramonto del Sinis. Una folla bianca di giovani scalzi rievoca la secolare lotta contro i Saraceni. Polvere, sudore e fatica. Una devozione profonda, una corsa che è anche preghiera.

corsa_scalzi_cabras

OTTOBRE

25, 26, 27 Sagra Delle Castagne, Aritzo
Sfilata in costume, spettacoli e degustazione di cibi e vini

castagne